imiobabyTV
torna al sondaggio

Gli altri speciali

Lo screening delle malattie cromosomiche in gravidanza
video Dr. Rocco Gallicchio

Video-intervista al
Dr. Rocco Gallicchio

Specialista in Ostetricia e Ginecologia, Esperto in Diagnosi Prenatale,
Direttore Sanitario
Buonarroti Medical Center Milano


Buonarroti Medical Center
Calcola la data del parto Calcola la data del parto Le curve di crescita del neonato Le curve di crescita del neonato
Le curve di crescita prenatale Le curve di crescita prenatali L'agenda mamma e bambino L'agenda mamma e bambino
Calcola la lunghezza del feto Calcola la lunghezza del feto La grafia dei nove mesi La grafia dei nove mesi
Calcola il tuo aumento di peso Calcola il tuo aumento di peso Cosa dicono i suoi disegni Cosa dicono i suoi disegni

Inserisci un nome...

e scopri il suo significato »

Nascere

Rassegna scientifica

In questo numero:
Prendersi cura di ciò che ci stà a cuore »

archivio
premio www     DonnaClick
partecipa al sondaggio

I controlli postparto

Che il parto avvenga in ospedale o in casa, in genere sono il ginecologo o l’ostetrica nel primo caso e l’ostetrica, nel secondo, a eseguire i controlli nei giorni immediatamente successivi. Si verifica che il recupero fisico ed emotivo proceda regolarmente e che non si manifestino complicazioni (infezioni dell’utero o delle mammelle).
In ospedale i controlli sono quotidiani e i dati rilevati vengono riportati sulla cartella clinica in occasione del consueto “giro” dei medici in reparto.

Cosa viene verificato nei giorni successivi al parto
  • Alla paziente vengono poste una serie di domande circa le condizioni delle mammelle, le perdite di sangue (lochiazione), lo stato di benessere generale, la funzione urinaria e quella intestinale. Per molte mamme i controlli giornalieri sono l’occasione ideale per esprimere dubbi e paure.

  • Vengono esaminate le mammelle, i capezzoli e l’utero. Si controlla la sutura e si rilevano la temperatura, la frequenza cardiaca e la pressione arteriosa.

  • In caso di abbondante perdita di sangue durante il parto, viene misurata la concentrazione di emoglobina nei globuli rossi.

Condizioni che vengono valutate attentamente

  • Comparsa di febbre dopo il parto

  • Dolore durante l’emissione di urina o perdite di sangue maleodoranti

  • Persistente emissione di sangue a fiotti

  • Vertigini che provocano cadute oppure perdite della coscienza

  • Difficoltà/Impossibilità a svuotare la vescica

  • Affanno o dolori al torace

  • Gambe dolenti o gonfie

  • Ansia eccessiva

  • Seno gonfio e dolente

 

Dopo 6 settimane dal parto
In assenza di disturbi, dopo circa 6 settimane dal parto � opportuno fare una visita di controllo presso il ginecologo. Questa visita ha la finalit� di:

  • Controllare che l'utero sia normalmente involuto, cioè che sia tornato alle dimensioni precedenti la gravidanza.

  • Controllare la cicatrizzazione dell'episiotomia o quella del cesareo.

  • Valutare il grado di tonicità del muscolo perineale e insegnare, se la donna già non li conosce, gli esercizi di ginnastica perineale.

  • Fornire consigli sulla contraccezione.

     
2015© ILMIOBABY.COM SRL - TUTTI I DIRITTI D'AUTORE RISERVATI