imiobabyTV

Gli altri speciali

Benessere Termale In Gravidanza
video Dott.ssa F. Rosso

Video-intervista alla
D.ssa Francesca Rosso

Specialista in Ostetricia e Ginecologia
Buonarroti Medical Center
Milano


Terme Levico VetrioloGrand Hotel Bellavista
Calcola la data del parto Calcola la data del parto Le curve di crescita del neonato Le curve di crescita del neonato
Le curve di crescita prenatale Le curve di crescita prenatali L'agenda mamma e bambino L'agenda mamma e bambino
Calcola la lunghezza del feto Calcola la lunghezza del feto La grafia dei nove mesi La grafia dei nove mesi
Calcola il tuo aumento di peso Calcola il tuo aumento di peso Cosa dicono i suoi disegni Cosa dicono i suoi disegni

Inserisci un nome...

e scopri il suo significato »

Nascere

Rassegna scientifica

In questo numero:
Prendersi cura di ciò che ci stà a cuore »

archivio
premio www     DonnaClick
partecipa al sondaggio

Dimagrire in gravidanza

 

"Si può dimagrire durante la gravidanza?"

"Sì, si può, anzi si deve!"

 

Ma il timore permane anche dopo le più ampie rassicurazioni da parte del proprio ginecologo, poiché si ha paura che una restrizione alimentare possa, in qualche modo, danneggiare il bimbo e addirittura rallentare il suo sviluppo. È esattamente il contrario: un’alimentazione squilibrata in eccesso può danneggiare la placenta, l’organo preposto a trasmettere ossigeno e elementi nutrizionali. Un superfluo consumo di grassi e zuccheri può danneggiare la vascolarizzazione, proprio come accade alle coronarie in caso di infarto: la placenta lavora male e, nonostante l’eccesso di queste sostanze apportate dalla madre, il suo filtro risulta ostruito con conseguente diminuzione del passaggio del nutrimento al feto.

Da analisi statistiche, risulta che anche nel nostro paese gli adulti mediamente consumano più calorie del necessario: 3000-3300 al giorno. Di conseguenza molte donne iniziano la gravidanza con un eccesso di peso. Si rende, pertanto, necessario quanto prima correre ai ripari e seguire, fin dai primi mesi, una dieta ipocalorica senza il timore di sottrarre qualcosa al proprio bimbo.

Una dieta bilanciata fa bene al bambino e alla mamma, assicurando al primo tutti gli elementi utili per il suo normale sviluppo e consentendo alla gestante un migliore stato di forma. Pertanto, in caso di obesità, cioè quando il peso supera di almeno il 20% quello ideale per sesso, età e statura, oppure, quando per assecondare le "voglie" o i suggerimenti affettuosi di parenti e amici, già dai primi mesi si hanno più chili del massimo consentito è utile ricorrere a uno schema dietetico come questo che vi suggeriamo.

Chi inizia la gravidanza con 5-6 chili di troppo o chi, nel corso della gestazione, è aumentata in maniera eccessiva può eseguire lo schema alimentare illustrato qui sotto, facendolo sempre controllare dal proprio medico che la personalizzerà. È una dieta moderatamente ipocalorica (1.500 calorie circa) ma che assicura il necessario apporto proteico utile allo sviluppo del feto.
Le regole per seguirla sono semplici:

  1. non si deve mai aggiungere o togliere "a piacere" gli alimenti, per esempio, saltando la pasta per concedersi dei fuori pasto in più;

  2. è necessario pesare gli alimenti, la cui razione si riferisce al cibo crudo privato degli scarti;

  3. la suddivisione delle grammature può essere variata secondo i gusti personali, si può per esempio mangiare un intero panino in un pasto anziché mezzo a pranzo o a cena purché si consumi, in totale, sempre la stessa quantità;

  4. nel variare la composizione del menù bisogna far riferimento agli alimenti indicati come sostituzioni o equivalenti, e sempre nelle dosi consentite;

  5. è sempre consigliabile integrare la dieta con preparati polivitaminici e sali minerali che il vostro medico vi prescriverà.

Alimenti Sostituzioni Equivalenze
Colazione
latte parzialmente scremato (200 g)
fette biscottate (15 g)
yogurt magro (200 g)
grissini, cracker, fiocchi d’avena (15 g)
pane (25 g)
 
Pranzo
pasta al pomodoro
(60 g)
riso (60 g), crema di riso (60 g), semolino (60 g);
riso (60 g), semolino (60 g)
= 1 fetta di crostata alla frutta
carne (140 g) pesce: trota, luccio, sogliola, palombo, orata, spigola, merluzzo fresco, coda di rospo, S.Pietro (210 g); dentice, pesce spada, triglia (170 g);
2 uova; ricotta (100 g); formaggi freschi poco grassi (70g); prosciutto crudo, bresaola (70 g); salame (40 g)
tutto il pranzo equivale ad una pizza margherita
Pane (1/2 panino) Fette biscottate, grissini, crackers (15 g) = patate (130 g)
verdura (200 g) zucchine, asparagi, coste, catalogna, spinaci, sedano, rapanelli, cetrioli, peperoni, melanzane, cardi, zucca (200 g); pomodori, cavolfiore, biete, verza, fiori di zucca (150 g); carciofi barbabietole, carote, rape, funghi freschi (100 g); insalata verde a volontà. = patate (130 g)
frutta (150 g) pere, mele, arance, mandarini, pesche, albicocche, ciliegie, fragole, mirtilli, amarene, ribes
(150 g); cocomero, melone, pompelmo (300 g)
 
Merenda
un frutto a scelta (150 g)    
Cena
riso in brodo magro
(30 g)
pasta, semolino, crema di riso = 40 g di pane
pesce (210 g) carne: tacchino, pollo, vitello, fegato, manzo, cavallo (140 g); uova/formaggio/prosciutto  
verdura (200 g) come indicato per il pranzo  
frutta (150 g) come indicato per il pranzo  
pane 1/2 panino   = 100 g di banane o 120 g di uva
CONDIMENTI
L’olio d’oliva o di semi (mais, arachidi) sono gli unici consentiti (30 g da distribuire nell’arco della giornata).
Vietati: burro, strutto, margarina.
Consentiti tutti i tipi di cottura, tranne la frittura.
Da usare come aromatizzanti: sedano, prezzemolo, aglio, succo di limone, aceto, erbe aromatiche (basilico, timo, salvia, ecc.), spezie senza limiti.
Vietati: intingoli, salse, panna, creme e olive.
BEVANDE
A volontà: acqua minerale non gassata, tè non zuccherato.
Vietati: birra, vino, alcolici, superalcoolici, bevande zuccherate.

 

     
2015© ILMIOBABY.COM SRL - TUTTI I DIRITTI D'AUTORE RISERVATI